Santuario del SS. Crocifisso: benvenuti

Sanctuary of the SSIn un’epoca nella quale la religione e, in generale, il rapporto dell’uomo con la fede vengono sempre più spesso messi in discussione, risultano sicuramente degni di nota luoghi di culto come il Santuario del SS. Crocifisso, capaci ancora oggi di radunare devoti fedeli e di donare conforto a chi ripone le proprie speranze nella contemplazione e nella preghiera.

Il Santuario del SS. Crocifisso accoglie da secoli i credenti e le visite di numerosi turisti che anche in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia hanno reso omaggio a questo simbolo di fede.

La città di Cosenza, che ospita questo straordinario santuario, è sede dell’arcidiocesi di Cosenza-Bisignano e vanta una ricca storia di testimonianze e opere architettoniche religiose di rilievo, segno dell’intensa partecipazione dei cittadini alla vita religiosa che da sempre anima questa città.

Questi sono alcuni degli aspetti che saranno messi in evidenza in questa raccolta di articoli che prenderà in esame sia la storia che ha reso questo luogo di preghiera un simbolo della vita religiosa di Cosenza che gli aspetti celebrativi legati alle ricorrenze connesse al santuario e che ogni anno scandiscono il cammino di fede dei devoti al SS. Crocifisso.

In particolare, il 3 maggio ricorre la festa del SS. Crocifisso, giorno in cui fino a prima della riforma liturgica si celebrava il ritrovamento della Vera Croce di Cristo da parte di Sant’Elena. A questa festa è strettamente legata quella di Maria SS. Addolorata, celebrata invece il 15 settembre, la cui devozione accompagna da sempre quella del SS. Crocifisso.

Credenti o meno, luoghi di culto e simulacri come il SS. Crocifisso, capaci di riunire un gran numero di persone sotto la guida di un unico simbolo spirituale, risultano comunque meritevoli d’interesse.