Quale Religione è più popolare in Italia?

Non è assolutamente facile definire con certezza quale sia la religione più popolare al mondo. In primo luogo, bisognerebbe stabilire un criterio in base al quale valutare la popolarità di una religione. Si tratta di un’operazione difficile, in quanto ciascuna religione cerca di stabilire criteri che le siano più favorevoli. Per quanto riguarda il nostro paese, però, non vi è alcun dubbio che il Cattolicesimo sia la religione professata dalla stragrande maggioranza degli italiani. Si tratta di uno stato di cose naturale, dal momento che il nostro Paese è sede del Vaticano.

shutterstock_112961284Le altre religioni emergenti

Il Cattolicesimo si trova a coesistere con religioni da esso diverse, che vanno comprese. Non si tratta necessariamente di abbracciare queste religioni, quanto di comprendere come si possa condurre un dialogo evangelizzante con i loro membri. Una laurea in Religione può essere di grande aiuto da questo punto di vista, poiché essa fornisce gli strumenti intellettuali per meglio conoscere le altre religioni, quali l’Islam e l’Ebraismo, pur se da un punto di vista strettamente cattolico. Oltre a ciò, questo tipo di studi contribuisce in maniera notevole al rafforzamento della propria fede, ed all’ampliamento della propria cultura.

Religione significa cultura e conoscenza

Il Cattolicesimo ha infatti giocato un ruolo di primissimo rilievo nella genesi di interi settori della cultura dell’Italia e degli altri stati europei. E’ infatti proprio nei monasteri che le conoscenze scientifiche tramandate dal mondo classico vengono preservate e trasmesse. E’ all’interno dei tribunali ecclesiastici che hanno luogo le prime codificazioni del diritto, ed è grazie agli ordini monastici che si verifica la nascita di quelle che nel tempo diventeranno le moderne tecniche contabili. L’esperienza religiosa è un’esperienza che abbraccia ogni branca della cultura. Come non ricordare il notevolissimo contributo dato dal Cattolicesimo allo sviluppo della storia dell’arte?